D’Alia: su digitalizzazione si misurerà volontà di cambiamento

Gianpiero_D’Alia_udc_Sicilia

L’intervista di Lillo Miceli a Gianpiero D’Alia pubblicata oggi su La Sicilia.

PALERMO. «Le cose dette da Crocetta mi sembrano di buon senso, a cominciare dall’impugnativa della legge di stabilità». Gianpiero D’ Alia (Udc), presidente della Commissione bicamerale per le questioni regionali, si riferisce all’ intervista rilasciata ieri da Crocetta al nostro giornale. «Con la legge di stabilità, che non ho votato – aggiunge D’ Alia – sono stati sottratti alla Sicilia i fondi Pac, invadendo la sfera dell’ Autonomia sancita dallo Statuto e dalla Costituzione. Peraltro, si tratta di risorse oggetto di una programmazione già definita e in parte assegnate alle Città metropolitane ed ai Comuni». Per D’ Alia, però, Crocetta avrebbe commesso un errore: «Firmare con il ministro dell’ Economia, Pier Carlo Padoan, il documento di rinuncia al contenzioso. La collaborazione è necessaria per la definizione dei rapporti tra Stato e Regione, ma la sede idonea non è il tavolo di Palazzo Chigi, che serve per rimuovere gli ostacoli che in questi anni non hanno consentito di attuare le previsioni statutarie; il luogo istituzionale è la commissione Paritetica Stato -Regione che non ha funzionato. Le Paritetiche delle altre Regioni a Statuto speciale, invece, sì». I rapporti sulle finanze e le competenze regionali, questo in sintesi il pensiero di D’Alia, non possono essere gestite sul piano politico, ma su quello istituzionale. Perché i governi cambiano, ma Stato e Regione rimangono. D’ Alia, nella qualità di presidente della Commissione bicamenrale per le questioni regionali, av vierà presto una serie di audizioni: «Sentiremo Crocetta, il presidente dell’ Ars Ardizzone, la commissione Paritetica, la Corte dei conti e il professore Antonio Vitale, esperto in materia, per fare il punto sulla situazione e stabilire un chiaro percorso che dovrà essere istituzionale. Se c’ è qualcosa da cambiare si cambi, ma non si può esaurire tutto tra Palazzo Chigi e Palazzo d’ Orleans. Penso che sul piano delle riforme statutarie l’ opposizione potrebbe dare un contributo». Anche sui problemi che gravano su Riscossione Sicilia, D’ Alia si ritrova d’ accordo con Crocetta: «Se ci sono lati oscuri bisogna intervenire. Sulle pentole e pentoloni scoperchiati, ha il mio sostegno. Però, un conto è la denuncia, un altro è innescare meccanismi virtuosi. Se, poi, accertate le responsabilità non si interviene perché c’ è qualcuno che lo impedisce, non avremo certo creato un sistema migliore. Vale per tutti l’ esempio delle partecipate che sono dei pozzi di S. Patrizio, con costi fuori controllo. Non potrò mai dimenticare che un assessore all’ Economia dicesse alla Corte dei conti di non avere dati certi, soprattutto sul personale, che non ha acquisito alcun diritto, non avendo superato un pubblico concorso». Per D’ Alia «è inconcepibile che non si possa digitalizzare la Regione perchè c’ è una partecipata che non lo consente. A fine marzo sarà obbligatoria la fatturazione digitale, strumento utile per la lotta all’evasione fiscale. È questo un tema su cui si misura la volontà di cambiamento. Crocetta può contare sulla competenza dell’ assessore Leotta. Con la digitalizzazione non ci sarebbe stato un caso Nicole e potrebbero essere evitati tanti casi di malasanità. E, comunque, l’ assessore Borsellino non si deve dimettere». «La mia preoccupazione – conclude – è che il Crocetta ter nato col nostro concorso, sia frenato da nuove liti tra Crocetta e il Pd; o da liti all’ interno del Pd».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...